Il diporto

La Città di Pordenone (Portus Naonis per gli antichi Romani) è l’approdo nautico più settentrionale dell’Adriatico, essendo collegata con la Città di Caorle da un’idrovia che si snoda per circa 100 Km. lungo i fiumi Noncello, Meduna e Livenza. Tale fortunata circostanza ha certamente favorito lo sviluppo del diporto nautico in una zona di entroterra quale la Provincia di Pordenone.

Fin dalla fondazione l’A.G.P. promuove annualmente una delle manifestazioni nautiche più note del settore, la Gommonata Europea da Pordenone al mare, che vede la partecipazione d’imbarcazioni pneumatiche provenienti da tutta Italia e da Austria, Belgio, Germania, Inghilterra, Olanda, Slovenia e Svizzera.
Dopo la Gommonata del settembre 1984, che ha visto la partecipazione di 173 imbarcazioni con 470 persone di equipaggio, il Consiglio Direttivo ha deliberato la limitazione delle adesioni per evitare un eccessivo impatto ambientale.

Nel giugno del 2005 alcuni gommoni dell’A.G.P. hanno sperimentato la tratta Pordenone-Pavia (500 miglia in acque interne), dimostrando la praticabilità del percorso che collega la Città svizzera di Locarno con il Mare Adriatico.
I Soci dell’A.G.P. hanno infine navigato, oltre che nei fiumi, laghi e lagune dell’Italia centrosettentrionale, nel Mare Tirreno (Isola d’Elba e Capraia) e nei fiumi Reno, Meno, Mosella e Danubio.