Saluto del Sindaco della città di Pordenone

La promozione dell’immagine della città e della operosità dei suoi cittadini uniti al sostegno alle associazioni che lavorano per far emergere ancor di più le potenzialità turistiche del nostro territorio sono tra le priorità dell’Amministrazione Comunale che investe forze e risorse per attrarre l’attenzione dei visitatori che sono in grado di essere ambasciatore di Pordenone nei propri paesi.

La “Gommonata europea da Pordenone al mare” da diversi decenni è una di quelle manifestazioni che bene si presta a questo ruolo considerato che gli equipaggi giungono da varie parti d’Europa oltre che da diverse regioni italiane. Va quindi riconosciuto il grande merito all’Associazione Gommonauti Pordenonesi per la determinazione con cui ogni anno si impegna ad organizzare questa manifestazione.

Nel contempo come Amministrazione rivendichiamo con orgoglio gli investimenti in campo ambientale per mantenere integri gli aspetti naturalistici del fiume Noncello, interventi che consentono di ospitare anche questo appuntamento e di conseguenza finalizzati al sostegno del turismo fluviale. Ecco quindi che la Gommonata diventa un’ulteriore veicolo promozionale per valorizzare i scenari dell’entroterra e le caratteristiche fluviali dei nostri corsi d’acqua e Pordenone, città d’acqua fiera di esserlo.

In questi ultimi anni abbiamo restituito il fiume alla fruibilità dei cittadini con la puntuale manutenzione delle sponde rimuovendo la vegetazione infestante e con l’organizzazione di eventi come la Festa sul Nonsel, le gite in battello per scolaresche e le giornate in canoa per tutti.

Nell’auspicio che, per il loro importante ruolo, anche in futuro permanga questa sensibilità ambientale, ringrazio i Gommonauti pordenonesi per l’attenzione che prestano ad uno dei nostri simboli e agli equipaggi ospiti auguro, come sempre hanno fatto, di trascorrere tre giorni in armonia all’insegna dello scambio di esperienze che fortificano l’amicizia di chi condivide passione e rispetto per la natura.


Alessandro Ciriani